fbpx
Mediterraneo

Pelagia noctiluca – San Foca

Continua la sfortuna di non avere condizioni meteo idonee per poter apprezzare e documentare bene l’incontro con la diffusissima Pelagia noctiluca.

Nonostante le tantissime segnalazioni (non meno quelle diย  punture) nei nostri mari, in questa stagione ho avuto poche occasioni e poca fortuna di incontrare un esemplare adulto.

Certo รจ che non sono un sub ma esser riuscito anche a filmare una Cotylorhiza tuberculata con tanto di pesci intorno e una, molto piรน rara da vedere, Olindias phosphorica, lascia l’amaro in bocca sulla Pelagia.

Atolli di San Foca

Facendo snorkeling a San Foca, Marina di Melendugno (LE), nel mar Adriatico, una localitร  non proprio vicino a casa mia, posso dirmi soddisfatto di poter mostrare un modesto filmato con la seconda Pelagia avvistata quest’anno.

Lunga appena 20cm nuotava adagiata vicino al fondo, in preda alla corrente marina. Molto bella da vedere anche se di piccole dimensioni

Buona Visione

PUNTURA

Ho avuto la fortuna piรน volte di avere avuto un incontro ravvicinato indesiderato, in una occasione (circa 12 anni fa) si posรฒ per intera sulla schiena! Nella maggior parte dei casi, la “puntura” di Pelagia provocaย dolore,ย eritemaย eย gonfiore.

Sono i tentacoli i responsabili di questa reazione che contengono la sostanza urticante con effetto infiammatorio e neurotossico non grave per l’uomo

Le tossine prodotte, servono infatti in naturaย  perย difendersiย eย paralizzare una potenziale preda.

Nella maggior parte dei casi si avverte un forte bruciore e un arrossamento della zona colpitaย 

In caso di puntura di medusa occorre sciacquare ripetutamente la parte colpita conย acqua di mare, senza strofinare! Evitate, invece, l’acqua dolce.

Normalmente dopo alcuni giorni l’infiammazione scompare si avverte perรฒ una forte sensazione di bruciore e prurito che puรฒ essere attenuata con della pomata a base di Cloruro di Alluminio facilmente reperibili in farmacia

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: