Malattie dei pesci – Argulus foliaceus

Argulus foliaceus comunemente chiamato “pidocchio dei pesci” è un piccolo crostaceo che vive attaccato al corpo dei pesci attraverso le sue due ventose e trafiggendo la pelle con il suo stiletto affilato per nutrirsi del suo sangue.

Argulus foliaceus maschio a sx e femmina a dx

Viste le sue grandi dimensioni (oltre i 0.5cm) non è difficile da individuare, soprattutto tra le pinne caudali e dorsali. La loro forma tonda schiacciata dalla colorazione marrone-verdastra, lo rende facilmente riconoscibile.

Il pesce parassitato generalmente ha un comportamento diverso dal solito e cerca di grattarsi nervosamente sul fondo o sugli arredi o resta apatico sugli angoli dell’acquario o in zone “calme” del laghetto mostrando una insolita inattività.

Una parassitosi da Argulus foliaceus non è da sottovalutare tanto per la sua velocità di riproduzione e per la probabilità di provocare infezioni secondarie da batteri, nematodi e funghi. Molto pericolose sono le parassitosi alle branchie, difficili da vedere e ben più complicate da gestire. In questi casi l’intervento tempestivo è essenziale per evitare la morte del pesce.

Koi attaccate da Argulus foliaceus
Argulus foliaceus – non difficile da individuare anche da un occhio poco esperto

Prevenzione. Una buona osservazione e una quarantena dei pesci appena acquistati può essere un ottimo metodo di prevenzione. Prestando attenzione alla pulizia delle vasche e degli eventuali arredi dopo l’uso. L’infestazione di questi parassiti è talvolta casuale basta anche una pianta su cui si è sfregato un pesce per trasportare le uova da una vasca all’altra.

Argulus foliaceus femmina a Sx e maschio Dx

Cure e medicazioni I pesci affetti da questo parassita dovrebbero prontamente essere spostati in una vasca sterile e il laghetto o l’acquario deve essere trattato con opportuni prodotti medicali quali ad esempio Argulol della SERA che in soli due trattamenti e senza dover effettuare per forza i cambi d’acqua, permette di eliminare in poche ore tutti i parassiti.

E’ consigliabile alimentare bene i pesci, sopratutto dopo il trattamento medicale, aggiungendo dei multivitaminici o usando mangimistica di alta qualità in modo da facilitare la ripresa delle difese immunitarie, eviteremo così l’insorgere di altre malattie trasversali quali batteriosi o micosi cutanee.

Lotta biologica: Sembra siano molto efficaci le gambusie per combattere l’insorgere della massiccia proliferazione in acqua di questo parassita. Non posseggo dati certi sul fatto che, per le gambusie, questo piccolo crostaceo sia un pasto prelibato ma in taluni casi potrebbe essere efficace.

Un pensiero riguardo “Malattie dei pesci – Argulus foliaceus

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: