Lumache killer – Anentome (Clea) helena

Clea helena è l’invertebrato d’acquario più conosciuto in campo acquariofilo. Con i suoi pochi centimetri di lunghezza è difatti il gasteropode più ricercato, allevato e volutamente introdotto per combattere l’infestazione in acquario delle sue cugine Physa, Planorbis e Melanoides anche se non disdegna alcun tipo di preda che riesce a catturare.

Ho ricevuto queste simpatiche lumachine dalla caratteristica forma conica e le tipiche bande alternate marrone scuro e giallastro insieme ad un acquario da 40 litri di neocaridina “red sakura”.
Vivono interrate nel fondo e pronte a tendere agguati, spesso le si vede anche esplorare la vasca alla ricerca di qualche spuntino. Per cacciare le loro prede usano la loro lunga proboscide retrattile con all’interno 3 denti; arma con la quale attaccano e si cibano delle loro prede iniettando loro una sostanza ricca di enzimi che ammorbidisce i tessuti rendendoli fluidi.

IMG_0230
Clea helena vive spesso parzialmente interrata pronta ad attaccare la sua preda

Particolare caratteristica di questo gasteropode è infatti quella di essere un vero e proprio carnivoro, non rovina assolutamente le piante il che lo mette al primo posto tra i metodi naturali per tenere a bada le indesiderate proliferazioni eccessive delle specie infestanti senza avere effetti indesiderati in vasca. 
Clea helena
Particolare del guscio bicolore

Fermo restando che l’acquisto di questa specie di gasteropode è utile solo a scopo preventivo, ecco alcuni consigli sull’allevamento e l’acquisto:

  • Comperatene sempre 5 o più esemplari in modo da aumentare le probabilità di possedere più individui di sesso diverso,
  • Evitate l’uso di Clea helena se l’infestazione è elevata poiché l’indigestione può provocarne la morte, allo stesso tempo evitate di farle rimanere affamate l’uso di qualche granulo durante le ore notturne le aiuterà sicuramente a farle stare bene anche in assenza delle loro naturali prede.
  • Eventualmente ne possediate molte dividetele in più vasche per aumentare la probabilità di mantenerle in vita.
  • Anche se sono dei veri e propri killer, restano sempre delle lumache molto sensibili ai curativi  e/o la presenza di disinfettanti e concimi per le piante quando usati in eccesso. Attenzione dunque all’utilizzo di tali prodotti.

Clea helena e neocaridina red sakura
Acquario in cui convivono Clea helena e neocaridina red sakura

Clea helena e neocaridina red sakura
Clea helena e neocaridina red sakura

Per ciò che riguarda le infestazioni di lumache in acquario ho già trattato in questo blog alcune considerazioni sull’argomento di cui vi invito alla lettura al seguente link:
Lumache in acquario

2 pensieri riguardo “Lumache killer – Anentome (Clea) helena

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: