Trigonostigma somphongsi – la specie ritrovata

Iscritta nella lista rossa dello IUCN ( International Union for Conservation of Nature) tra le specie dichiarate in via di estinzione, il piccolo ciprinide Trigonostigma somphongsi è stato inaspettatamente ritrovanto in un ampia area di coltivazione di riso tra le terre tailandesi.

image
Trigonostigma somphongsi Foto: N. Panitvong

Un concreto esempio di come sia inesplorato l’ambiente che ci circonda ed anche quanto sia inaspettato l’adattamento dei pesci in determinate circostanze.
La popolazione di Trigonostigma somphongsi (Meinken, 1958) era stata ritenuta in pericolo di estinzione (era da molti anni che non se ne descriveva la loro presenza in natura) ed è stata riscoperta nelle acque profonde in alcuni “particolari” campi di riso nelle terre della Thailandia centrale, una varietà OGM a crescita molto alta, adatta ad essere coltivata in acque profonde.
image

Il ritrovamento di una così numerosa popolazione, è stato di grande conforto per i ricercatori che l’avevano appunto dichiarata dispersa in natura a causa della conversione dei i terreni agricoli in aree urbanizzate o in aree a coltivazione intensiva, riducendo e limitando le sue abitudini migratorie.

Quanto detto sinora non sembra avere nulla di eccezionale, per voi lettori ma, bisogna sapere che questa specie, a differenza di altre sue “cugine”, oltre ad avere caratteristiche morfologiche diverse e un dimorfismo sessuale evidente ha appunto delle particolari abitudini migratorie. La specie, infatti, sembra compiere delle migrazioni riproduttive insolite, rispetto anche alle altre specie di pesci, dal momento che migra per riprodursi nelle pianure alluvionali durante la stagione delle piogge (tra Luglio e Novembre) e torna indietro nei canali, durante la stagione secca. Tali migrazioni aiutano a comprendere meglio il perché di alcune specie (non solo ittiche) migrano per la riproduzione in maniera diversa rispetto a quelle compiute dalle altre grandi masse di animali.

Dove vivono?
Il piccolo pinnuto è stato ritrovato in alcuni campi e canali di ampia profondità rispetto alle sue specie affini, il che è insolito, data soprattutto l’abitudine dei conspecifici di vivere solitamente in acque basse lontane da predatori.
Altro fatto insolito sono i valori chimici dell’acqua, che vi invito a visionare eccommentarne su questo blog, in cui si sono adattati a vivere. (pagina 2 dell’allegato alla fine di questo articolo)

Trigonostigma somphongsi un piccolissimo pesce, un motivo in più per imparare, comprendere e salvaguardare l’ambiente.

Fonte: Thailand. Biodiversity Journal http://www.biodiversityjournal.com/pdf/5(4)_471-474.pdf

L’acquariofilo è anche su Facebook, Twitter e Google+.
Condividi l’articolo o iscriviti alle news del Blog attraverso i tuoi social network preferiti oppure registrati alla newsletter del Blog per non perdere le news e gli aggiornamenti sul mondo dell’acquariofilia!

Un pensiero riguardo “Trigonostigma somphongsi – la specie ritrovata

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: